Piancastagnaio. Al Crastatone sarà possibile visitare la Rocca anche con la realtà virtuale

Amiatanews (Marco Conti): Piancastagnaio 25/10/2017
Attraverso una particolare strumentazione elettronica, sarà possibile entrare all’intero monumento anche per coloro con difficoltà motorie.
La visita virtuale è stata realizzata dalle giovani del progetto di Servizio Civile “Archeo Tuscia Web” della Regione Toscana – ANCI, attivo presso il Comune di Piancastagnaio

Tra le novità del 50° anno del Crastatone di Piancastagnaio, che prenderà il via Venerdì 29 Ottobre p.v., va necessariamente segnalato l’esordio del “tour virtuale” della Rocca Senese-Aldobrandesca, che permetterà alle persone anziane o con difficoltà motoria, di visitare, attraverso apposita strumentazione elettronica, l’intero monumento simbolo pianese e il panorama visibile dall’alto del grande mastio.

Come già anticipato in anteprima su Amiatanews lo scorso Luglio (http://www.amiatanews.it/piancastagnaio-tra-le-attivita-di-archeo-tuscia-anche-la-realizzazione-di-un-tour-virtuale-del-centro-storico/), attraverso l’utilizzo di particolare strumentazione (una speciale macchina fotografica in grado di scattare immagini a 360°,  un visore 3D, uno smartphone e un software dedicato per la trasformazione delle immagini in un video), sarà possibile visitare virtualmente l’intero monumento di Piancastagnaio, attraversandone le sale e giungendo sino alla sommità del grande mastio, così da osservare lo splendido panorama che spazia, all’ombra dell’Amiata, dalla Tuscia alla Maremma, dall’Umbria occidentale al Casentino con l’orizzonte est verso la catena appenninica centrale e a ovest i boschi del comprensorio amiatino verso la riserva naturale del Pigelleto e del Monte Penna. La visita virtuale è accompagnata da una voce guida che narra riferimenti storici sia sulla Rocca che su Piancastagnaio.

Piancastagnaio_Progetto_Servizio_Civile_Archeo_Tuscia_IMG_20171024_115608

Il tour virtuale, è stata realizzato da Beatrice Mancini e Beatrice Sensi, due giovani amiatine che, dall’Aprile 2017, stanno svolgendo il Servizio Civile presso il Comune di Piancastagnaio, all’interno del progetto della Regione Toscana e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italia) “Archeo Tuscia Bis”.
Le due giovani, sono state seguite costantemente dalla dottoressa Caterina Capocchi del Comune di Piancastagnaio, operatrice del progetto, oltre alle Assessore Elisabetta Bensi (tra le deleghe le Politiche Sociali) e Roberta Sancasciani (tra le deleghe Cultura e Turismo). L’investimento della strumentazione necessarie è stato a carico del Comune di Piancastagnaio.

“La visita virtuale della Rocca di Piancastagnaio e della Piazza Castello, è il primo passo di un’attività più ampia che prenderà in considerazione non solo gli altri monumenti storici di Piancastagnaio, ma anche scorci del paese, della natura e dell’ambiente circostante – ci dice la dottoressa Caterina Capocchi del Comune di Piancastagnaio operatrice del progetto – La visita virtuale ci ha permesso di unire le finalità principali dei due progetti attivi, quella relativa alla promozione del territorio e quella dell’assistenza alla visita degli spazi museali per le persone più anziane o con difficoltà motorie, superando gli impedimenti che non ne permetterebbero la visita. Le due giovani hanno dimostrato competenza e preparazione tecnica, favorite dagli studi e anche da un’esperienza che pur breve per la giovane età, è già significativa. Come operatrice del progetto e referente per il Comune ho cercato di seguire con attenzione le fasi di un progetto su cui ho creduto sin dall’inizio, così come l’Amministrazione Comunale e le due Assessore di riferimento, Elisabetta Bensi e Roberta Sancasciani. Il 27 Ottobre p.v., scadranno i termini per poter partecipare ai due progetti ‘Archeo Tuscia Bis’ e alla ‘Bottega della Salute’; sono convinta che anche i nuovi giovani che sostituiranno, come previsto, Beatrice Mancini e Beatrice Sensi, porteranno avanti il lavoro iniziato a cui continuerò a dare il massimo contributo.”

Piancastagnaio_Progetto_Servizio_Civile_Archeo_Tuscia_IMG_20171024_112255

“Siamo contente di poter presentare il nostro lavoro proprio nei giorni di una delle manifestazioni più importanti di Piancastagnaio e dell’Amiata – ci dicono Beatrice Magini e Beatrice Sensi –  Avendo curata l’apertura della Rocca durante l’estate, ci siamo rese conto della necessità di venire incontro a coloro che hanno difficoltà di movimento tali da impedirne la visita, visto che il monumento si sviluppa molto in verticale. Ringraziamo dunque il Comune di Piancastagnaio per aversi permesso di poter essere state protagoniste attive allo sviluppo di un servizio che segue proprio le filosofie del progetto di cui facciamo il servizio civile. Ringraziamo dunque l’Amministrazione Comunale di Piancastagnaio e la nostra responsabile, la dottoressa Capocchi, operatrice del progetto sia per la fiducia che per il sostegno continuo durante questi mesi.”

“Beatrice Mancini e Beatrice Sensi hanno svolto un ottimo lavoro – tengono a dire le Assessore Roberta Sancasciani ed Elisabetta Bensi – dimostrando la giusta sensibilità verso questo tipo di iniziativa, scaturita anche dall’esperienza personale durante i mesi di apertura del castello, quando si sono rese conto della necessità di offrire un servizio turistico aggiuntivo e migliorativo anche sotto l’aspetto sociale. Sarà per tutti importante presentare i risultati di questa prima fase del progetto durante il Crastatone, che, con il Palio, è la manifestazione più importante di Piancastagnaio, tra le più attese dell’Amiata, ben conosciuta a livello nazionale. Saranno dunque giorni dove sicuramente valuteremo positivamente anche la qualità del lavoro svolto e quello che dovrà esser fatto nei prossimi mesi con l’auspicato proseguo del progetto civile. Vogliamo ringraziare le due giovani, la loro responsabile Caterina Capocchi, l’Amministrazione Comunale e Paola Giglioni per aver collaborato alla creazione della voce guida del tour che sarà possibile provare nei giorni della festa dalle 15 alle 19 presso il punto informativo posto alla base della Rocca.”

Domani, 26 Ottobre, alle 11, verrà presentato pubblicamente il progetto; sarà l’occasione anche per ulteriori approfondimenti per quel che è sicuramente tra le novità più interessanti di questa edizione del Crastatone che si terrà dalla sera del 27 a tutto il 30 Ottobre per poi, dopo una breve pausa, riprendere dal 31 Ottobre sera fino a tutto il 1° Novembre, giorno tradizionale della Festa (http://www.ilcrastatone.it/piancastagnaio-50-anni-di-crastatone-ecco-il-programma/). Sarà possibile provare gratuitamente la visita virtuale nei giorni della festa dalle 15 alle 19.

Ricordiamo dunque, che, presso il Comune di Piancastagnaio sono dunque attivi due progetti di Servizio Civile (c’è tempo fino al prossimo 27 Ottobre per fare domanda di partecipazione (leggi articolo su  http://www.amiatanews.it/piancastagnaio-servizio-civilepiancastagnaio-servizio-civile-sono-due-i-bandi-attivi-nel-comune-i-bandi-attivi-del-comune/); oltre a “Arche Tuscia Bis”  (ambito Servizi Culturali) rimane attivo anche “Botteghe della Salute”, (ambito dei servizi socio-sanitari). Un’opportunità importante per i giovani per entrare nel mondo del lavoro, almeno nel periodo previsto dai progetti (8 mesi), motivo di esperienza, conoscenza e proposizione così come accaduto per il progetto della realtà virtuale che proseguirà nei prossimi mesi. (leggi su http://www.amiatanews.it/piancastagnaio-servizio-civilepiancastagnaio-servizio-civile-sono-due-i-bandi-attivi-nel-comune-i-bandi-attivi-del-comune/)

Print Friendly, PDF & Email
CondividiEmail this to someoneShare on Facebook17Share on Google+0Tweet about this on TwitterPrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *