Piancastagnaio. Il Crastatone e l’Amministrazione Comunale

Amiatanews (Marco Conti): Piancastagnaio 28/10/2014
Il Crastatone e l’Amministrazione Comunale 

Dal prossimo fine settimana, da venerdì 31 Ottobre a domenica 2 Novembre, si svolgerà a Piancastagnaio la 48^ edizione de “Il Crastatone”, la festa più tradizionale e più attesa dell’Autunno Amiatino, oramai divenuto appuntamento per migliaia di persone che da ogni parte d’Italia e da alcuni paesi europei, arriveranno nel centro amiatino che proprio dal castagno prende il nome. Il Crastatone, la grande “crastata”, è un termine popolare e sta ad indicare la caldarrosta che, prima di metterla a cuocere sul fuoco, viene incisa con un taglio: “crastata”. La Festa nasce intorno alla metà degli anni ’60, si svolge il 1° di Novembre e nel week-end più vicino per celebrare la fine del raccolto della castagna e l’inizio della stagione invernale in un giorno di Festa per tutti.

Un impegno importante per l’Amministrazione Comunale, regia dell’organizzazione, che supporta la Festa sotto l’aspetto logistico, organizzativo e burocratico, collaborando a diverse iniziative nei giorni precedenti il Crastatone, come, ad esempio, il Premio “Penne Sconosciute” così ricco di appuntamenti (vai all’articolo in questo sito). Un impegno che si concretizza anche nella proposta di iniziative fondamentali per la Festa, che si aggiungono a quelle delle Contrade, della Pro Loco e delle altre numerosi Associazioni presenti.

La macchina organizzativa Comunale deve essere in grado di ricevere, concentrate in due, tre giorni, migliaia di persone che giungono a Piancastagnaio con ogni mezzo. I primi servizi al turista (parcheggi per auto/camper/pullman, servizi igienici e servizio_navetta_800x565di prima informazione) sono molto importanti in quanto rappresentano il primo contatto con Piancastagnaio e la Festa. Tutti glia anni (quest’anno ancor di più rafforzati), viene garantita la mobilità dei visitatori, anche attraverso il servizio di bus-navetta dedicate, con punti di raccolta ed arrivo centrali rispetto al centro abitato.
Molta l’attenzione per la sicurezza di persone, animali, mezzi e cose; Piancastagnaio è abituata a sostenere ed a mantenere alta questa soglia, grazie ai suoi due più importanti appuntamenti (Palio e Crastatone). Un protocollo collaudato, ben adattato alle situazioni, permette all’Amministrazione Comunale di condividere con gli altri soggetti organizzatori del Crastatone, il giusto atteggiamento verso questo aspetto. L’igiene è un altro aspetto molto curato che vede l’Amministrazione Comunale impegnata nella fornitura di servizi igienici pubblici e di pulizia delle strade e degli spazi.
La salvaguardia delle persone nei giorni della Festa, vede una forte sinergia tra l’Amministrazione Comunale ed i centri di Assistenza Pubblica come la Misericordia di Piancastagnaio, e, l’abitudine delle stesse Contrade alla gestione di eventi, favorisce tale sinergia che nel tempo ha creato una naturale attività di prevenzione svolta da  tutti.

Anche quest’anno novità interessanti sotto l’aspetto delle iniziative che la vedono promotrice. Prima fra tutte, “Sapori alla Rocca – Crastatone & Cantinelle“, una degustazione di prodotti della tradizione culinaria locale, accompagnati dai vini di Pitigliano(Gr) sempre più presenti con successo sui mercati nazionali ed internazionali. Crastatone_e_Canine_800x547Un percorso su prenotazione all’interno della Rocca Senese ed Aldobrandesca di Piancastagnaio, che diverrà favorevole e bellissimo luogo di promozione turistica e commerciale, per i produttori agro-alimentari che potranno presentare le proprie aziende ai visitatori. Il tutto sarà accompagnato dal gruppo “Le Cornamuse del Drago” (www.lecornamusedeldrago.altervista.org), un gruppo di rievocazione storica medievale (1200-1300)formato da suonatori di cornamusa italiana, tamburi e danzatrici, investito come gruppo ufficiale della casata dal Principe del Drago di Bolsena. Guide turistiche accompagneranno nel percorso i visitatori con la presenza di figuranti della Pro Loco di Piancastagnaio.

Come tradizione e ricordo costante della comunità di Piancastagnaio e dell’Amiata, il ricordo delle miniere di cinabro sarà motivo costante delle attività del Comune. In collaborazione con il Parco Nazionale delle Miniere del Monte Amiata sono previste visite guidate al Villaggio Minerario del Siele (vai alla pagina web) con la guida esperta degli ex minatori, presenti anche come Associazione al Crastatone con mostre e ricordi.

Il supporto fondamentale ad altre manifestazioni come esibizioni di sbandieratori e tamburini, esibizioni itineranti, spettacoli teatrali, mostre e concorsi culinari

Molte quindi le attività di un’Amministrazione che nei primi anni ’90 capì l’importanza della Festa e della partecipazione intera di una Comunità attraverso l’opera delle Contrade e delle numerose Associzioni di volontariato presenti a Piancastagnaio. Un’Amministrazione che anche quest’anno continua e migliora un percorso di quasi mezzo secolo che fa’ del Crastatone una Festa per tutti; un evento in continuo movimento, che sempre riscopre nuove energie quasi a non fermarsi in uno spirito unico e condiviso, osservando altrui emulazioni talvolta ben riuscite e talvolta effimere.

Riportiamo il programma delle principali manifestazioni, rimandandovi a successivi aggiornamenti anche sulle nostre pagine Facebook (Amiatanews, Pianonews, Il Crastatone).

Per ulteriori informazioni:
Comune di Piancastagnaio: Tel 0577 780624 – www.comune.piancastagnaio.siena.si.it
Pro Loco di Piancastagnaio: Tel 0577 784134 – www.prolocopiancastagnaio.it

Crastatone_2014_programma_00

Scarica il programma in formato PDF

Video introduttivo al Crastatone

[youtube_video video_id=’j2pvXk79TFE’]

Print Friendly, PDF & Email
CondividiEmail this to someoneShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *